Forum

JAMES TONEY sopra o...
 
Notifiche
Cancella tutti

JAMES TONEY sopra o sottovalutato??


Fabio87
Post: 86
Topic starter
(@fabio87)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

Toney è un mio vecchio pallino, negli anni passati ho guardato diversi suoi match ed è presto diventato uno dei miei pugili preferiti quando ormai era agli sgoccioli della sua lunga carriera (quasi 30 anni),  nella mia mente "Light Out" è un pugile estremamente solido e questa caratteristica più che la sua bravura in difesa gli ha permesso di battersi in tutte le categorie dai Medi ai Massimi e spesso con elementi top della sua epoca, la sua solidità a cui ho accenato qualche riga indietro la reputo mostruosa in ogni suo incontro mi è sempre sembrato di una pasta diversa dagli avversari per quanto riguardasse la resistenza ai colpi e nonostante fosse veramente bravo nell arte della difesa c'è da dire che di pugni ne ha comunque presi parecchi.

Nei medi ha sicuramente ottenuto le vittorie più prestigiose, McCallum (un pari e una vittoria), Nunn e  Reggie Johnson e anche un bel regalo nel.match con Tiberi, c'è da dire che con Nunn fosse indetro nei punteggi prima di trovare il colpo del ko e che con Johnson vinse di poco.

Nei supermedi ha messo sotto Barkley (ottima prestazione), Thorton altri avversari minori ed ha incassato una sonora sconfitta contro sua maestà Roy Jones Jr match che normalmente si tende a non considerare per via delle condizioni non ottimali in cui James si presentò sul quadrato

I Mediomassimi non foruno un gran passaggio, subi due sconfitte con Griffin con uno dei due match che sarebbe potuto andare pure a lui, la sorprendente sconfitta contro Thadzi

Massimi leggeri furono invece una categoria che gli regalò due buone vittorie una con l attempato ma mai domo McCallum e una grandissima prestazione Con Jirov più un buon numero di avversari di seconda o terza categoria che immagino siano stati sconfitti abbastanza facilmente.

Nei Massimi il piccolo Toney pareva un Buddha ma ben presto arrivo nella top ten della categoria dando una lezione a Holyfield ( non al top ma neanche da buttare via), passando per Booker, prendendo un NC contro Ruiz per uso di Steroidi e sfidando due bestioni come Rahaman e Peter, l ultima vittoria di un certo peso la ebbbe contro Oquendo nel 2008 da li in poi si trascinò sui ring per altri 9 anni, disputando addirittura un WBA ad Interim con l ottimo Lebdeved e un WBF con il futuro campione di sigla Lucas Browne.

In conclusione ritengo che Toney fu un pugile migliore di quello che il suo record dice, ha alternato grandi prestazioni a mediocri spettacoli, non so quale sia la causa, forse si allenava poco o forse faveva troppo affidamento sul suo talento di sicuro fu uno dei pochi pugili ad essere decisamente competitivo in ogni categoria nella quale abbia militato senza essere realmente straordinario in nessuna di esse.

 

Voi come lo vedete?

9 Risposte
Steo
Post: 45
 Steo
(@steo)
Mosca•52Kg
Registrato: 10 mesi fa

Toney è uno dei miei preferiti, non penso sia sottovalutato né sopravvalutato, gli amanti della nobile arte gli riconoscono il suo valore. È stato un grande pugile, uno dei migliori degli ultimi 30 anni. 

Ha avuto un grandissimo allenatore, Pop Miller, che lo ha letteralmente costruito come pugile, insegnandoli lo stile ed i trucchi dei pugili degli anni 40/50 facendogli anche vedere ore ed ore di filmati di incontri di grandi pugili del passato come Ezzard Charles, Chalky Wright, Archie Moore, Jersey Joe Walcott e Battling Siki. Miller aveva una collezione di filmati impressionante. 

Purtroppo la sua pecca è stata la poca costanza negli allenamenti e la vita poco professionale con grandi aumenti di peso tra un match e l'altro. Nella seconda parte di carriera i suoi allenamenti si concentrarono quasi esclusivamente sugli sparring. 

Con la testa giusta, da vero professionista, secondo me avrebbe potuto fare anche di più perché era in possesso di grandi doti fisiche, ad esempio una mascella granitica, una delle migliori della storia (addirittura) a mio modo di vedere. 

Rispondi
1 Rispondi
Fabio87
(@fabio87)
Registrato: 10 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 86

@steo mi è capitato di leggere ,su un forum straniero frequentato da utenti molto preparati, che alcunu lo ritenessero mediamente sopravalutato proprio perchè ha spesso fallito con gli avversari più quotati con cui si è misurato, forse danno troppo peso alla disfatta con Roy Jones, al fatto che fosse nettamente indietro sui cartellini prima di abbattere Nunn, alcuni ritengono.che abbia perso entrambi i suoi match con Mccallum, senza contare la ladrata con Tiberi, le sconfitte con Griffin ecc io ritengo che nonostante una carriera che reputo ottima avrebbe potuti dare molto di più

Rispondi
Steo
Post: 45
 Steo
(@steo)
Mosca•52Kg
Registrato: 10 mesi fa

Non sono affatto d'accordo che abbia fallito con gli avversari più quotati, eccetto Roy Jones che però in quel periodo ed al limite delle 168 libbre era pressoché imbattibile. 

Con Nunn è vero che era dietro nei cartellini ma era in rimonta, il KO non fu un fulmine a ciel sereno, Nunn subì colpi pesanti nei round precedenti all'interruzione. Fu una grande vittoria, in casa di uno dei primissimi pugili delle classifiche p4p. 

Con McCallum, un altro fuoriclasse a parer mio (anche lui tra i miei pugili preferiti) , per me vinse anche il primo match,  i giudici furono benevoli con il giamaicano.

Dal mio punto di vista vinse anche entrambi i match con Griffin, uno dei due anche piuttosto chiaramente (non mi ricordo di preciso quale). Ma furono comunque match aperti a più interpretazioni, il nostro Magic Man ad esempio (che reputo un ottimo conoscitore e persona molto competente) non è d'accordo con me su questi match. Guardali e fatti un idea.

Con Taiberi fu un furto. Ma reputo quella sconfitta frutto della sua condizione fisica scadente e probabilmente della sottovalutazione dell'italoamericano.

Avrebbe potuto fare di più anche per me, ma la sua carriera ai miei occhi è stata ugualmente eccezionale. 

Rispondi
1 Rispondi
Fabio87
(@fabio87)
Registrato: 10 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 86

@steo ti ho riportato le critiche che gli vengono mosse, io la sconfitta con Roy Jones non la calcolo perchè Toney era palesemente sotto tono, per gli altri match ti dirò quello che mi ricordo, con Mccallum vidi meglio Toney in entrambi gli incontri anche se il pari non è uno scandalo, con Griffin vidi un match per Toney e uno per Griffin non ricordo quali però, contro Nunn ho piu o meno la tua idea, fu un vero peccato perchè Nunn lo stava veramente dominando quando iniziò a rallentare (anche a causa dei pugni piazzati nelle ultime riprese)Toney che era più lucido riusci a piazzare quella cannonata.. 

Mi sarebbe piaciuto vedere Light out misurarsi a livello di Medi con Kalambay e con avversari di caratura maggiore nei mediomassimi e devo dire che l avrei visto bene contro tutti i top di quel periodo

Rispondi
Bepiros
Post: 267
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 10 mesi fa

Io avevo una parità al decimo tra Nunn e Toney, Nunn metteva serie spettacolari che colpivano l'occhio ma Toney, un vero enfant prodige, centratissimo per me in quel match, metteva ogni round qualche colpo duro, all'ottavo, mi sembra di ricordare, che mise dei colpi particolarmente duri e secondo me si fece l'idea che avrebbe vinto poi prima del limite, quella vittoria andò molto vicino per valore a quella di Benitez su Cervantes, una vera impresa

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Parto da una doverosa premessa: a me Toney dal punto di vista del gusto personale non è mai piaciuto e questo può sicuramente incidere sul mio giudizio.

Non vi è dubbio sul fatto che sia stato un gran pugile, con doti fuori dal comune, alcune delle quali avete già citato. Concordo sul fatto che avesse una mascella irreale: un ex peso medio che digerisce una cannonata in piena tempia piazzata da Samuel Peter e ritrova rapidamente lucidità ed equilibrio è qualcosa di difficilmente spiegabile in natura e infatti a suo tempo lo misi al primo posto tra i più grandi incassatori di sempre in un mio pezzo benché tali classifiche siano fondamentalmente un giochino o poco più. Alla solidità vanno aggiunte una difesa non facile da penetrare (a mio parere più efficace nelle categoria più pesanti, contro pugili meno rapidi) ma soprattutto un superbo tempismo nel colpire d'incontro e nell'incrociare gli avversari. Di contro, tra i principali punti deboli, oltre alla scarsa etica del lavoro che l'ha portato a giungere mal preparato agli appuntamenti troppo spesso in carriera, citerei le gambe un po' troppo piantate che gli creavano qualche problema contro avversari mobili e abili nello sfruttare l'ampiezza del ring.

Riguardo i verdetti dubbi, personalmente la vedo così (metto tra parentesi i miei cartellini):

Toney vs Tiberi: furto clamoroso, al punto che lo stesso Toney anni dopo lo ha ammesso (111 - 117) 

Toney vs McCallum 1: match equilibrato ma vittoria di Toney abbastanza chiara secondo me, guadagnata soprattutto nelle riprese finali (116 - 112)

Toney vs Griffin 1: sfida sul filo di lana, di difficile interpretazione e con un elevato numero di riprese di attribuzione soggettiva. Scandaloso a mio parere il commento tecnico di George Foreman che lo fece passare per il furto del secolo mentre i suoi colleghi di telecronaca lo vedevano molto più chiuso. Io ad ogni modo ho la parità (114 - 114)

Toney vs Griffin 2: qui in tutta sincerità ho visto una vittoria chiara di Griffin. Toney mi è parso mal preparato, macchinoso e lentissimo nel cambiare direzione quando l'avversario gli girava intorno. La HBO aveva Toney vincente, io invece condivido pienamente l'operato dei giudici (111 - 117)

Toney vs Reggie Johnson: match sul filo di lana che poteva andare all'uno o all'altro senza scandali. Sul mio cartellino l'atterramento della seconda ripresa fa la differenza nel computo totale, ma siamo lì. (113 - 114)

In definitiva io non so se Toney sia sottovalutato o sopravvalutato, forse nessuna delle due, per poterlo dire bisognerebbe innanzitutto capire quale sia la valutazione a cui si fa riferimento. Credo che la maggior parte degli esperti lo ritenga un ottimo campione con qualità esaltanti e qualche lacuna, frenato da un rendimento altalenante che gli ha negato risultati ancora più prestigiosi di quelli che ha ottenuto. Non concordo con chi nei fantasy match lo vede vincente o super competitivo contro qualsiasi pugile della storia associando tutte le serate storte che ha avuto in carriera alla scarsa forma e ritenendolo insuperabile se ben allenato: a mio avviso anche preso al culmine Toney contro rivali mobili, veloci e continui (parlo di campioni ovviamente, non di pugili qualsiasi) avrebbe sofferto. 

Rispondi
poeta
Post: 41
(@poeta)
Mosca•52Kg
Registrato: 9 mesi fa

Un po' come tanti pugili ha svolazzato in troppe categorie(pur essendo un medio naturale) per poterne dare un giudizio ben definito. Rientra tra i primi 50 medi all time..ma lo collocherei  dopo i primi 25 ben al di sotto appunto di  Jones.

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Ieri ho rivisto il bellissimo match tra James Toney e Vasily Jirov grazie al quale l'americano riuscì nell'impresa di conquistare il mondiale dei pesi cruiser. Jirov era imbattuto e favorito, anche perché Toney veniva da una striscia di match poco probanti in cui spesso si era presentato fuori forma, ma per affrontare il numero 1 dei cruiser del momento Lights Out si allenò minuziosamente e tirò fuori una performance da urlo. Jirov puntò tutto sulla continuità d'azione cercando di sfiancare Toney con attacchi senza sosta, nella speranza di veder cedere l'ex peso medio sotto il peso del suo ritmo. Toney però fece il suo solito lavoro difensivo sublime, deviando, sporcando e schivando una quantità enorme di colpi per poi rientrare con i suoi fendenti più secchi e precisi. Magnifico l'ultimo round all'arma bianca in cui Jirov fu anche atterrato. Personalmente ho uno score leggermente più stretto rispetto a quello dei giudici, ma ci sono pochi dubbi sul fatto che Toney meritasse di essere proclamato campione.

Rispondi
Erik
Post: 150
 Erik
(@erik)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Sono d'accordo con Renato, troppi salti di categoria (spesso dovuti ad un cultura del lavoro poco professionale) per un giudizio corretto e coerente, doti fuori dal comune (tipo mascella e solidità) sicuramente, ma non riesco a inserirlo al top in nessuna delle categorie che ha frequentato

Rispondi
Condividi: