Forum

I grandi pesi piuma...
 
Notifiche
Cancella tutti

I grandi pesi piuma del passato

Pagina 1 / 2

Magic Man
Post: 661
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 9 mesi fa

La grazie e l'eleganza di Willie Pep, la potenza brutale di Sandy Saddler, il destino crudele di Salvador Sanchez e tanto altro: la storia dei pesi piuma è ricca di atleti impareggiabili e sfide mozzafiato. Ne parleremo qui, confrontando i nostri pareri e le nostre classifiche.

28 Risposte
Magic Man
Post: 661
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 9 mesi fa

Oggi ricorrono i 65 anni dalla vittoria di Sandy Saddler su Flash Elorde. I due grandi campioni si affrontarono infatti il 18 gennaio del 1956 per giocarsi il mondiale dei pesi piuma detenuto dal terribile Saddler. Quest'ultimo, pur non avendo ancora compiuto 30 anni, era agli sgoccioli di una carriera caratterizzata da ritmi di combattimento inimmaginabili: in poco meno di dodici anni si era già battuto 160 volte da professionista, una media di circa 13 match all'anno 😲 Al contrario il filippino Elorde era poco più di un ragazzino con i suoi 21 anni, ma anche lui in termini di frequenza di combattimento, come molti pugili dell'epoca, non scherzava, avendo già collezionato 41 match, a dispetto della giovane età.

Fun un bellissimo "clash of styles" tra la pulizia tecnica e il dentro-fuori dello sfidante e la straripante fisicità del campione, dotato di una struttura fisica mostruosa per la categoria. Dopo che nei primi 5 round caratterizzati da fasi alterne con Elorde che metteva i colpi migliori e Saddler che gli rendeva la vita durissima nelle fasi di contatto, dal sesto round il giovane filippino prese il comando con combinazioni rapidissime e spettacolari a due mani, dando davvero l'impressione di poter fare il colpaccio. Fino al nono round Saddler ebbe vita davvero dura, pur continuando ad avanzare come un treno grazie a una mascella semplicemente irreale. Elorde tuttavia, non essendo riuscito a trovare il colpo decisivo, iniziò a pagare la stanchezza e ancor di più una brutta ferita nei pressi dell'occhio, provocata probabilmente da una testata, che gli creava problemi di visuale.

Poco a poco Saddler riprese in mano le redini del match aumentando la pressione fino allo sfinimento e costringendo il giovane avversario a una sofferenza crescente. Infine nel tredicesimo round l'arbitro, che già due volte aveva sottoposto all'attenzione del medico la ferita di Elorde, decise di fermare il match dichiarando il KO tecnico. è interessante notare che il pubblico era largamente dalla parte dello sfidante, nonostante ci si battesse negli Stati Uniti e nonostante il campione fosse quindi l'atleta di casa. Sembra che molti telespettatori americani al termine del match abbiano telefonato infuriati alla struttura che ospitava l'evento per lamentarsi delle scorrettezze di Saddler. Quest'ultimo era effettivamente uno dei campioni più scorretti di sempre: tra testa, gomiti, colpi a reni, colpi dopo il break, lavoro sporco nei clinch, faceva veramente di tutto. C'è da dire che il "ragazzino" a questo giro ha provato a rendergli pan per focaccia: quando l'arbitro era coperto Elorde cercava spesso di stringere col guantone le parti basse dell'avversario. Insomma, non fu un match per educande 😆 

Rispondi
Chava
Post: 57
(@chava)
Gallo•56Kg
Registrato: 9 mesi fa

Con il metro arbitrale di allora (le regole erano ormai quelle moderne, ma non così gli arbitri), il miglior Saddler era una bestia quasi impossibile da domare. Trovarselo di fronte era un incubo per chiunque, incluso Pep.

Rispondi
Magic Man
Post: 661
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 9 mesi fa

Secondo te ci sono i margini per porre Sandy Saddler al primo posto di una classifica all time dei pesi piuma? Ci riflettevo l'altro giorno... L'opinione più "popolare" è quella di collocarvi Pep, che ha avuto un regno un po' più lungo e un numero complessivo di vittorie superiore e quasi inarrivabile. D'altro canto gli scontri diretti sono finiti 3 a 1, con le vittorie di Saddler giunte tutte e tre prima del limite. Inoltre il terribile picchiatore di Boston ha avuto il pregio di essersi ritirato da campione in carica... Insomma, secondo me non sarebbe eretico un Saddler al primo posto. Certo vederlo all'opera lascia sempre un po' sconcertati per il ricorso costante e reiterato di tattiche che definire "borderline" sarebbe un eufemismo, ma d'altro canto se ai tempi gli arbitri lasciavano fare, come è evidente, non sarebbe giusto penalizzarlo per questo motivo in una valutazione storica.

Rispondi
Bepiros
Post: 266
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 9 mesi fa

Ricordiamo però che prima di Saddler Pep ebbe un pauroso incidente aereo che lo menomo', addirittura sembrava non potesse più tornare a camminare. Il suo ritorno ebbe del miracoloso

Rispondi
Chava
Post: 57
(@chava)
Gallo•56Kg
Registrato: 9 mesi fa

Pep è stato uno dei migliori tre/cinque pugili di sempre, secondo me, quindi lo considero il miglior peso piuma. Ma Saddler può essere piazzato già al secondo posto.

Rispondi
4 Risposte
Hey Má
(@massimo)
Registrato: 9 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 99

@chava a questo punto stila una classifica dei primi cinque

Rispondi
Chava
(@chava)
Registrato: 9 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 57

@massimo Direi che i primi cinque posti sono di Pep, Saddler, Sanchez, Johnny Kilbane e Terry McGovern. Volendo considerare il vecchio George Dixon come peso gallo...

Rispondi
Chava
(@chava)
Registrato: 9 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 57

O forse intendevi i primi cinque pugili di sempre?

Rispondi
Hey Má
(@massimo)
Registrato: 9 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 99

@chava i primi migliori di sempre, mi riallaciavo a quello che scrivevi

Rispondi
Snaporaz
Post: 134
(@snaporaz)
Leggeri•60Kg
Registrato: 9 mesi fa

Io penso che nonostante sia vero che a Saddler venne permesso l'uso reiterato di tattiche oltre il regolamento, la sua boxe era comuqnue più una boxe anni Venti o Trenta, sporca e piena di wrestling, rispetto all'epoca in cui ha combatutto, già più moderna ed evoluta in questo senso. 

Pep, molto più pulito, arrivava a quelle sfide già molto avanti con la carrera e con 4 anni più di Saddler. Nonostante questo, la sua riconquista del titolo nel 1949 in quei 15 rd della rivincita ebbe del prodigioso. Ma anche nella terza sfida (il rubber match) al momento dell'infortunio era avanti nei punteggi, e stava facendo un gran match nonostante un atterramento subito. Inoltre tutte le sfide con Saddler arrivarono dopo l'incidente aereo del 1948, di cui si diceva, e che non fu una cosa da poco, si ruppe una gamba oltre a una vertebra e a diverse forti contusioni. 

E' vero che Pep era ancora sotto i 30 anni al ritiro, ma con carriere del genere erano rarissimi i pugili che riuscirono a mantenere rendimento alto oltre quell'età, soprattutto nelle categorie più leggere.  Pep in pratica si ritirò davvero nel 1959, il rientro successivo fu dovuto solo a ragioni economiche, ma non combattè più per il titolo e gli avversari erano perlopiù pugili di secondo e terzo piano. Lo stesso Saddler si ritirò circa alla stessa età, dopo. 

Tra i nomi fatti in ottica storica andrebbe forse inserito anche Abe Attell (che venne infine battuto da Kilbane). E' vero che era l'inizio del secolo, era una boxe diversa e la newspaper decisions confondono molto le acque, ma tenne il titolo riconosciuto per quasi un decennio. Per questo, molto storici lo considerano addirittura tra i primi tre.  

 

Rispondi
1 Rispondi
Chava
(@chava)
Registrato: 9 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 57

@snaporaz Metterei Attell subito dopo.

Rispondi
Erik
Post: 150
 Erik
(@erik)
Leggeri•60Kg
Registrato: 9 mesi fa

Mi dispiace molto non partecipare, perchè sono appassionianti queste discussioni ma non riesco proprio ad inquadrare classifiche con pugili di troppo tempo fa nonostante abbia visto lo scibile a disposizione 

Rispondi
Bepiros
Post: 266
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 9 mesi fa

È vero, anche io ho difficoltà a classificare pugili che non ho vissuto, però mi piace leggere le vostre posizioni, ma Kid Chocolate lo considerate un piuma o lo inserireste altrove? 

Rispondi
Chava
Post: 57
(@chava)
Gallo•56Kg
Registrato: 9 mesi fa

Io tendo a classificare Chocolate nei superpiuma, ma sarebbe da top ten anche nei piuma.

Rispondi
Erik
Post: 150
 Erik
(@erik)
Leggeri•60Kg
Registrato: 9 mesi fa

A me è sempre piaciuto, parlando di pesi piuma, il mancino messicano Vicente Saldivar, non ho moltissimo materiale suo, ma ogni volta che rivedo qualcosa rimango ancora affascinato dal suo modo di combattere

Rispondi
Chava
Post: 57
(@chava)
Gallo•56Kg
Registrato: 9 mesi fa

Saldivar era un fuoriclasse. Un mancino piccolo di statura, ma dalla boxe sfavillante. Il modo in cui distrusse Sugar Ramos, che pure era un fuoriclasse a sua volta, è davvero impressionante. E' probabile che il cubano avesse difficoltà nel fare il peso (prima della difesa del titolo con Saldivar, disputò diversi match al limite dei leggeri e anche oltre), ma resta il fatto che il messicano lo bastonò in modo clamoroso. Due pugili da top ten, in ogni caso.

Rispondi
Magic Man
Post: 661
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 9 mesi fa

Grande pugile Saldivar. Ho visto non troppo tempo fa il suo match giovanile contro Ismael Laguna su cui avevo letto cronache e opinioni contrastanti ed è stato davvero un bel vedere: due pugili di qualità tecniche immense, entrambi appena 21enni, che si sono affrontati senza titolo in palio offrendo il meglio del proprio repertorio. Personalmente mi sono ritrovato un cartellino di perfetta parità.

Su Pep prima di Saddler mi avete parzialmente convinto. Uno degli aspetti che mi spinge a darvi ragione è che il mondiale dei superpiuma conquistato e difeso da Saddler non fosse ai tempi universalmente riconosciuto e quindi non avesse lo stesso peso di quello dei piuma che Pep ha difeso più volte e più a lungo. Il secondo posto a Sandy comunque non glielo toglie nessuno secondo me.

Rispondi
Chava
Post: 57
(@chava)
Gallo•56Kg
Registrato: 9 mesi fa

Sono in debito di una risposta con @massimo sui cinque migliori pugili di sempre. Io direi Robinson, Greb, Louis, Armstrong e Pep. In ordine rivedibile.

Rispondi
1 Rispondi
poeta
(@poeta)
Registrato: 8 mesi fa

Mosca•52Kg
Post: 41
Postato da: @chava

Sono in debito di una risposta con @massimo sui cinque migliori pugili di sempre. Io direi Robinson, Greb, Louis, Armstrong e Pep. In ordine rivedibile.

Per me in una top five non può mancare Alì...con Robinson numero uno indiscusso e Armstrong subito dopo e terzo Louis. Greb è stato un grandissimo anche se non abbiamo nessun filmato su di lui, ma era un altro pugilato meno confrontabile con quello degli ultimi 80 anni. Forse Duran meriterebbe di stare tra i 5..per aver vinto anche nei medi partendo da peso leggero. Battendo un certo Leonard ed arrivando quasi a battere Hagler.

Pep ci sta ma tra i primi 30 dietro appunto Arguello, Sanchez e Saddler che infatti lo ha battuto 3 volte su 4.

Rispondi
poeta
Post: 41
(@poeta)
Mosca•52Kg
Registrato: 8 mesi fa

Per me i primi due piuma all time sono stati Alexis Arguello e  Salvador Sanchez, e forse il fato non ci avesse rapito il messicano lui ed Arguello avrebbero dato vita ad un match grandioso. Sono stati due fuoriclasse non inferiori ai grandi piuma del passato come Saddler o Pep, anzi per me superiori. Non dimenticando H. Armstrong che tra i piuma però è stato poco o nulla e viene giustamente collocato tra i più grandi leggeri e welter all time. Saldivar è stato un ottimo campione ma gli preferisco Eusebio Pedroza, grande campione che combatté nella loro epoca, stabilendo il record di 20 vittoriose difese consecutive per il titolo dei piuma. Chocolate probabilmente è stato migliore come leggero junior che come piuma.

Considero la categoria dei superpiuma forse la meno pleonastica tra quelle junior, ma anche qui  Arguello  è stato  probabilmente il migliore :gli sono stati pari tra i leggeri jr solo Chavez,Manny Pacquiao e Floyd Mayweather, ma meno completi del nicaraguense.

Rispondi
Pagina 1 / 2
Condividi: