Forum

Scenario dei superw...
 
Notifiche
Cancella tutti

Scenario dei superwelter

Pagina 2 / 3

Bepiros
Post: 267
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 10 mesi fa

Il match per me è stato molto influenzato dall'arbitraggio, credo che Lejarraga sia stato salvato da questo, l'interruzione per quanto precipitosa probabilmente non ha cambiato, a quel punto, le sorti del match ma il punteggio era ancora favorevole a Smith, Lejarraga comunque per me è un pugile molto prossimo alla fine, non tiene i colpi, solo i conteggi infiniti, che gli sono stati concessi, gli hanno consentito di recuperare e ritornare nel match

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Secondo me con un arbitro diverso le cose non sarebbero cambiate nella sostanza. Cosa poteva fare di diverso più che comminare un sacrosanto punto di penalità a Lejarraga dopo il secondo episodio di paradenti sputato per rifiatare? Tu lo avresti squalificato? È una situazione simile a quella vista nell'ultimo decisivo round tra Castillo e Corrales: i secondi "rubati" sono stati probabilmente decisivi, ma il direttore di gara è abbastanza impotente in queste circostanze: più che sollecitare l'angolo a far presto ed eventualmente togliere un punto non credo possa fare granché.

Rispondi
Bepiros
Post: 267
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 10 mesi fa

Ha interrotto il match per molto meno dopo

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

ah ma su questo concordo pienamente, sono il primo ad averlo sottolineato. Io però mi interrogavo su come sarebbe andata con un arbitro bravo ed imparziale. E credo che sarebbe successo questo: Lejarraga sarebbe stato penalizzato ufficialmente dopo il secondo KD e a Smith sarebbero stati concessi altri secondi prima dello stop. Penso però che il risultato finale sarebbe stato il medesimo perché ormai l'inglese mi sembrava alla frutta.

Rispondi
Bepiros
Post: 267
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 10 mesi fa

Ben altra cosa comunque la campagna inglese in Spagna rispetto a quella italiana

Rispondi
Snaporaz
Post: 134
(@snaporaz)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Sempre in tema di sdegno fuori luogo, c'è stato molto sdegno immotivato per la vittoria di Kurbanov su Liam Smith in Russia, venerdì scorso. Premetto che per quanto conoscevo dei pugili avevo pronosticato una vittoria misurata ma effettiva di Smith con il conseguente dubbio sui cartellini ufficiali. Il match ha avuto un andamente chiaro, con tre episodi-chiave. L'andamento è stato che dopo un inizio cauto, Smith ha provato a mettere pressione, stando sempre davanti al russo per partire comunque con l'azione da lontano o al massimo spostarsi sulla media caricando il destro a giro. Kurbanov invece, leggermente più basso e leggermente più potente, agiva muovendosi a passi lungo le corde per far partire dei counter secchi, che vista la scelta di Smith di stare davanti chiuso in guardia alta, trovavano spesso bersagio o addirittura pertugio. I tre episodi sono stati: 1) un conteggio dubbio, perché non segnalato, subito dal russo nel 1° rd, anche se effettivamente l'inquadratura non ha permesso di capire se si è trattato di un incorcio tra le gambe (la dinamica sembrerebbe indicare questo), e nessuno pare aver protestato. 2) e 3) i due round che Smith stava vincendo di stretta misura con la maggipre pressione e attività fino a quando un paio di colpi lo hanno fatto sbandare per un attimo, favorendo un repentino chiaro ribaltamento e due rd che alla fine Kurbanov ha così rischiato di portarsi a casa. Alla fine, Kurbanov nulla di che ma meglio di quanto si fosse capito. Ha ancora 25 anni ma non credo diventerà mai un dominatore della categoria. Smith invece è apparso in calo, fragile, buon cuore ma poca sostanza, solidità e concretezza. Io avevo 114-114, ma le riprese molto equilibrate sono state ben sei, che ho segnato con leggero favore all'inglese (4-2). Per cui, un verdetto misurato per Kurbanov non ha proprio nulla di strano, a maggior ragione in Russia, come sarebbe poi accaduto esattamente a parti invertite per Smith se si fosse combattuto nel Regno Unito. L'unica cosa che stona è il cartellino eccessivo di 117-112 di uno dei tre giudici. Ma chi si lagna e strepita come zio Paperone che vede la banda bassotti armeggiare nel giardino del deposito, fa solo del baccano inutile. 

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Devo ancora recuperare Smith vs Kurbanov, cercherò di farlo nei prossimi giorni. Ho visto invece la sfida tra Kieron Conway e Souleymane Cissokho nel sottoclou di Canelo e ho trovato i cartellini ufficiali piuttosto sconcertanti. Io credo che Cissokho abbia condotto in maniera chiarissima il match per otto riprese, andando sistematicamente a segno col jab, evitando gran parte delle repliche di Conway e sfruttando bene l'evidente vantaggio in termini di velocità di esecuzione rispetto all'inglese. Quest'ultimo infatti pur essendo dotato di una fisicità straripante (tra i due sembrava esserci una categoria e mezza di differenza) era troppo lento e compassato nella sua azione ed essendo fondamentalmente anche lui un attendista non cavava un ragno dal buco. Personalmente dei primi otto round ne ho dato soltanto uno a Conway (il settimo) e pure quello era dubbio. Poi un episodio clamoroso ha caratterizzato la nona ripresa: al primo fendente pesante a segno sulla mascella di Cissokho il francese è andato in bambola e si è inginocchiato dando addirittura per un attimo la sensazione che il match potesse finire lì. Invece poi Cissokho si è rialzato in tempo ha recuperato lucidità e ha chiuso meglio con una buona ripresa finale aggiudicandosi a mio avviso il match molto chiaramente (ho 97 a 92 in suo favore). Il verdetto invece, contrariamente alla aspettative, è stato di Split Decision, con un giudice che addirittura ha visto Conway vincere di 5 punti!!! Sono davvero perplesso.

Rispondi
Snaporaz
Post: 134
(@snaporaz)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Visto adesso anche io. Concordo, io avevo un 96-93 per Cissokho, come il giudice più "savio", che forse poteva essere anche leggermente generoso verso il suo rivale inglese, ma trovo tuttavia il cartellino più corretto. Quello per Conway è davvero un cartellino da radiazione immediata, l'unico alibi è che abbia confuso i due pugili. Comunque bel pugile il francese, abile, rapido, mai contratto, sempre fluido. Legge benissimo in difesa, colpisce internamente, agle sulle gambe. Gli manca un po' di pugno e probabilmente vedendolo al cospetto di Conway c'è da domandarsi se non possa fare il welter, perché è sembrato notevolmente più piccolo, e Conway contro Cheeseman non mi era sembrato tanto enorme. Comunque fino allo strano KD del 9 per via dei due montanti alla punta del naso (mi pare) che lo hanno reso cieco dalle lacrime per oltre un minuto a subirsi colpi, è stata quasi una lezione di boxe, tra anticipi, movimenti, e tempismo. Giusto un paio di riprese mi erano parse più discutibili delle altre. Conway troppo piantato, muscolare, farragginoso nella sua azione rispetto al rivale. Spero di rivedere presto Cissokho che, come spesso accade, da dilettante era un pugile molto diverso, che si buttava dentro e lasciava andare le mani a rito alto e senza tanti fronzoli. Il professor Hunter sta facendo un ottimo lavoro, là nel suo laboratorio di Hayward.

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Anche io ho avuto un'impressione generale positiva di Cissokho e anche io mi sono chiesto se non possa scendere di categoria. L'episodio del nono round però mi ha fatto sorgere qualche dubbio sulla sua solidità dato che Conway non fa particolarmente male e visto che quei due colpi andati a segno erano praticamente i primi di una certa rilevanza che l'inglese riusciva a piazzare nell'intero match e che hanno subito avuto un effetto così dirompente.

Rispondi
Bepiros
Post: 267
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 10 mesi fa

Sì sì, bravo Cissokho, secondo me deve avere sentito un dolore cane nell'atterramento mi sembra abbia subito un colpo strisciato sotto l'occhio o sotto al naso e istintivamente si è sottratto ma non mi sembra abbia sentito i colpi come stordenti, Conway con quella guardia simmetrica, diritto e frontale sembrava dargli le indicazioni dove mettere i diretti faceva con le braccia una specie di mirino come a dirgli "vedi se fai passare i pugni giusto in mezzo ai due guantoni mi prendi preciso sul naso"

Rispondi
Snaporaz
Post: 134
(@snaporaz)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Sì, stessa identica impressione mia. Non è detto che sia fragile o meno, come solidità, lo vedremo da altri match. Quei due colpi non sono i classici colpi che puoi aver "sentito", uno dei due gli ha sfiorato il naso dal basso verso l'alto e (se non lo ha rotto) è però possibile che il bruciore e le lacrime che sgorgano in automatico in quei casi lo abbiano costretto a inginocchiarsi. Anzi, nel caso è pure stato bravo a proseguire perché per oltre un minuto era palesemente accecato, non vedeva più i colpi di Conway in quale invece provava ad approfittarne e a metterci il carico. Ma pure così, Cissokho si è tenuto a galla. Non è poco. 

Rispondi
Erik
Post: 150
 Erik
(@erik)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Si, bel pugilino, ma mi convince poco, aspetto a dare un giudizio completo, Conway è un buon pugile per farti fare un bel figurone, abile nel parare tutto con il faccione, aspetto il francese con un rivale "più efficace" che ci dia qualche risposta in più

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Interessantissimo l'accordo raggiunto tra Sergio Garcia e Sebastian Fundora. Garcia si è imposto alle cronache soprattutto con la sua superba performance contro Ted Cheeseman, dominando in lungo e in largo l'inglese e castigandolo duramente col suo workrate incessante. Fundora è un'autentica anomalia genetica con i suoi 197 centimetri nella categoria dei superwelter, è un pugile che a dispetto dell'altezza e dell'allungo spropositati cerca costantemente lo scontro ravvicinato e che ha già superato con agio qualche test che sulla carta avrebbe potuto creargli grattacapi.

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Ho rivisto stamattina il bel match di qualche anno fa tra Michel Soro e Brian Castano, disputato in Francia e vinto per Split Decision dal coraggioso demolitore argentino. Avevo ricordi un po' vaghi delle dinamiche e non avevo conservato il mio cartellino, quindi ho voluto rinfrescare un po' la memoria visto che quest'estate Castano sarà impegnato in un super match contro il pericoloso Jermell Charlo.

Nell'incontro che ho rivisto oggi Castano partì veramente fortissimo vicendo con relativo agio le prime quattro riprese grazie a un ritmo indiavolato che sorprese Soro, abituato a dettare i tempi e a essere temuto dagli avversari che solitamente gli lasciano l'iniziativa e non si azzardo a provare a farlo arretrare. Un primo switch nell'inerzia del match c'è stato in concomitanza con l'inizio della fase centrale, e vi ha contribuito in parte, a mio parare, un episodio: all'ultimo secondo della quinta ripresa infatti Castano è stato leggermente scosso in uno scambio. Questo breve brivido ha condizionato in parte l'argentino nei minuti seguenti, portandolo a boxare da outfighter, cosa per lui complicata viste anche le leve corte, lasciando spazio, tempi e iniziativa a Soro che ne ha approfittato per dare continuità al jab e rimettersi pienamente in partita anche sul piano psicologico recuperando terreno sui cartellini.

A fine ottavo round la situazione secondo me era tornata in parità, ma è da questo momento in poi che Castano ha gettato il cuore oltre l'ostacolo, tornando sul terreno del rivale, accettando gli scambi ravvicinati senza paura e riprendendosi di forza le redini del combattimento. Così facendo l'argentino ha vinto bene nono e decimo round, si è giocato sul filo di lana l'undicesimo e ha vinto l'ultimo, ponendo il sigillo sul verdetto finale. Io ho 116 a 112 in suo favore, ma anche il 115 a 113 di due giudici ci può stare tranquillamente.

Cosa ci dica questo match sulla prossima sfida con Charlo è invece più difficile a dirsi. Di certo Castano in Francia dimostrò di potersi imporre su un pugile molto fisico e potente, di saper leggere bene i momenti in cui scatenarsi e di avere fiato per chiudere in crescendo 12 riprese dure e intense. D'altro canto Soro si mostrò impacciato nelle vesti di colpitore d'incontro, riuscendo a fare le cose migliori solo quando Castano gli lasciava il centro del ring e in questi aspetti Charlo, che pure è piuttosto legnoso e prevedibile quando carica i colpi, dovrebbe avere però un timing decisamente migliore rispetto al francese. Charlo appare inoltre più letale nel colpo singolo: Soro fa malissimo con entrambe le mani, ma la sua potenza non è quella che ti spegne le lampadine e con lui Castano poteva permettersi di correre qualche rischio in più rispetto a quello che potrà fare a luglio. Vedremo, l'impresa non è sicuramente facile ma a mio parere l'argentino non parte sconfitto in partenza e può fare il colpaccio. 

Rispondi
Bepiros
Post: 267
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 10 mesi fa

Castano può fare il suo bel match contro Jermell, Charlo non è uno che ha gran ritmo e non è neanche inavvicinabile credo che l'argentino non avrà grossi problemi ad arrivarci addosso superando sicuramente come volume di colpi l'americano e quindi è probabile che possa avvantaggiarsi nel punteggio, se il match si dovesse svolgere tutto così è chiaro che Castano ha molto più di una possibilità di vincerlo per decisione, in verità però credo che i lampi di Jermell ci saranno, quei colpi per vie interne, improvvisi, che Castano sembra andare a cercare con convinzione che, se non gli hanno fatto nulla contro Teixera, ho idea che potrebbero imbalsamarlo di fronte a Charlo.

Rispondi
Pagina 2 / 3
Condividi: