Forum

Lo scenario dei pes...
 
Notifiche
Cancella tutti

Lo scenario dei pesi welter

Pagina 2 / 4

Hey Má
Post: 99
(@massimo)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

Il match se si farà sarà senz'altro nei welter...

Rispondi
Snaporaz
Post: 134
(@snaporaz)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Bene quindi dopo settimane di voci sembrano dunque ufficializzati, tra marzo e aprile, i due prossimi match dei due prospect più interessanti della categoria, Vergil Ortiz e Jaron Ennis, che entro quest'anno sarà più corretto chiamare contender. 

Ortiz se la vedrà con Maurice Hooker, mentre Ennis farà contro Sergey Lipinets. 

Pur riconoscendo a Lipinets una grande solidità e durezza, oltre che l'esperienza, credo che entrambe gli avversari siano fatti stilisticamente abbastanza su misura per i due giovani. Mi aspetto due vittorie prima del limite. 

 

Rispondi
Erik
Post: 150
 Erik
(@erik)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Dei due prospect mi piace molto di più Ennis, attendo però con piacere i due match per vederli all'opera con dei buoni e importanti avversari

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Io stilisticamente preferisco Ortiz, ma forse Ennis ha potenziale superiore. Sfide interessanti per entrambi comunque, mi aspetto vincano in modo convincente.

Rispondi
Gentleman
Post: 34
(@gentleman)
Mosca•52Kg
Registrato: 10 mesi fa

La WBA ha dichiarato Pacquiao campione in recesso, declassando/congelando la sua posizione. Il cubano Ugas è stato contemporaneamente promosso a WBA SuperCampione dei pesi welter ed è, quindi, adesso ritenuto idoneo per unificare con Crawford o Spence jr. detentori delle cinture per le altre sigle mondiali. 

Rispondi
Snaporaz
Post: 134
(@snaporaz)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Scrivo qui due righe sull'europeo finalmente visto ieri, dopo non so quanti rinvii, a Londra tra Avanesyan (C) e Josh Kelly. Mi è sembrato un match la cui lettura è stato piuttosto semplice. Kelly ha iniziato meglio gestendo la distanza e finché è potuto rimanere lontano a boxare in sicurezza, scegliendo i colpi di rimessa, soprattutto il gancio sinistro, stava facendo bene. Poi le cose si sono messe male a partire da un taglio dietro la nuca che buttava rivoli di sangue, e già questo deve averlo un po' condizionato. In più è arrivato l'espertissimo Avanesyan a capire subito, da Pro vero, che doveva prendersi qualche leggero rischio per trasformare il match in incontro vero, partendo di iniziativa sempre con combinazioni di due-tre colpi in avanzamento, e cambiando spesso guardia. Questi ritmi, e qualche colpo preso, non sono piaciuti a Kelly che è andato sempre più fuori controllo tattico, oltre ad avere una facilità nel tagliarsi incredibile, con due tagli sul volto. Infine Ava la volpe, capito l'andazzo continuava a crescere e Kelly, col sangue ormai ovunque, prendeva sempre più colpi e andava in affanno fino ai due atterramenti del sesto rd, prima della spugna. Onestamente pur considerando alla vigilia il match totalmente in bilico, mi aspettavo di più da Kelly. E' vero che ha 26 anni e no era testato, ma se la capacità di soffrire e di reagire alle avversità sono queste, può anche lasciare perdere direttamente... perché nessuno ad alto livello ti lascia fare lo splendido mentre boxi sul velluto tra finte e schivate da un metro e mezzo di distanza. Su Avanesyan io spero che possa avere presto una nuova occasione a livello mondiale. Oppure sarebbe forse davvero l'avversario giusto per i due hot-prospect della categoria, Vergil Ortiz jr. o Jaron Ennis, una volta superati i due rispettivi avversari. E un match tra loro potrebbe trattarsi anche di una eliminatoria.  

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Kelly non mi è mai piaciuto, i suoi adoratori sui social mi hanno sempre fatto innervosire perché lo spacciavano per un novello fuoriclasse quando in realtà sin dalle prime apparizioni contro collaudatori vari a me dava l'impressione di essere più fumo che arrosto. Nondimeno credevo riuscisse a domare Avanesyan con un match di toccata e fuga, magari soffrendo molto nella seconda metà ma portando a casa il verdetto per il rotto della cuffia. Invece è stato semplicemente schiantato; il tanto sangue perso a causa della strana ferita potrebbe aver accelerato l'esaurimento delle sue energie, ma l'epilogo secondo me alla luce di quello che si è visto sarebbe stato il medesimo anche senza taglio. Kelly per fare con brillantezza il suo pugilato consuma quantità impressionanti di energia e se contro rivali di bassa lega può permettersi di rifiatare senza pagarne le conseguenze, a questi livelli appena si ferma con quella sottospecie di shoulder roll, prende botte da tutti i lati. Avanesyan a questo punto meriterebbe una chance mondiale: non è un campionissimo ma si batte con una foga agonistica e una determinazione straordinarie e può infastidire anche avversari più talentuosi di lui.

Rispondi
Bepiros
Post: 267
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 10 mesi fa

Sul futuro di Avanesyan pesa troppo la sconfitta subita da Kavaliauskas, sono quelle sconfitte chiare che mostrano in modo ineccepibile la superiorità di uno sull'altro, una chance mondiale potrà anche ottenerla ma senza alcuna chance di vittoria almeno fino a quando vi saranno Spence e Crawford sul trono

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Sì certo, contro quei due fenomeni non avrebbe scampo. Nel frattempo Arum ha citato i nomi di Porter e Pacquiao come possibili avversari di Crawford per il suo prossimo impegno. 

Rispondi
Snaporaz
Post: 134
(@snaporaz)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Quindi alla fine, dopo circa una dozzina di noiose locandine a indicare il gioco del tutti-contro-tutti, sembra potersi verificare la voce che circolava da oltre un mese di Manny Pacquiao contro Mikey Garcia (secondo quanto da lui dichiarato ieri). Quindi l'altro Garcia, non Ryan, ma nemmeno Danny. Bene.
Immaginando che la categoria di peso possa essere questa, mi sono soffermato a ragionarci un po'. La versione di Pacman vista contro Thurman manterrebbe delle buone possibilità di vincere, per me. Ritmo ancora alto, pericolosità data dalla rapidità di esecuzione, gambe ancora reattive. Ma sono comunque passati quasi due anni. Dal luglio 2018 infatti, entrambi hanno combattuto soltanto 2 match. Pochi. E se la cosa potrebbe (e dovrebbe) pesare più sull'eterno filippino ormai 42enne, dall'altra anche Garcia ha messo su molto peso nel recente periodo, ed è ormai lontano al pugile che a luglio 2018 faceva ancora il peso leggero (contro Easter jr.). Ma il californiano resta pur sempre un uomo 9 anni più giovane…
Entrambi sono pugili che a questo peso non hanno più l'impatto in potenza che avevano un tempo, ma credo che la pericolosità di Garcia nel saper colpire duro d'incontro possa essere un fattore, oltre al suo uno-due dritto. E' chiaro secondo me che cercherà lui di venire avanti, per poi sorprendere il filippino scoperto in uscita da qualche scambio. Da quando però si è appesantito, anche il suo timing nel colpire ne ha in parte risentito, oltre al workrate, e Pacquiao potrebbe riuscire in alcune fasi a prendergli il tempo o a lavorare di più, se di lui è rimasto qualcosa. Senza esagerare, record alla mano penso che se Pacquiao dovesse riuscire a vincere, sarebbe forse la sua migliore vittoria dal 2010 in poi. Tuttavia, ritengo Garcia il favorito. Ma il match ci sarebbe, eccome.

Rispondi
Triple G
Post: 80
(@triple-g)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

Stavo leggendo proprio ieri le parole di Mikey, insomma tutti i Garcia vogliono Pacquiao 😀 

Ryan si è espresso giorni fa riguardo Pacquiao, spiegando che per lui era fatta, ma che lo stesso Manny ha optato per altro, Kingry gli ha augurato il meglio per la sua carriera omaggiando comunque il campionissimo (garcia è sempre molto rispettoso).

Ora onestamente il match tra Manny e Mikey lo desidero molto di più, è da tempo che se ne parla e poi lo vedo più sensato di un ryan garcia vs Pacquiao. Il pugile influencer ha davvero troppo da dare nella sua categoria, era troppo forzato come match. Mikey invece è salito per Spence, vuole rimanere nelle 147 lb e poi è un pugile formato a tutti gli effetti (da una vita) e seppur fuori categoria è molto forte. Onestamente vedo come favorito Mikey per il semplice fatto che non mi aspetto un Pacquiao in versione Thurman, fisiologicamente dovrà pur calare il filippino. Cazzo, 42 anni, quasi 2 anni di fermo, mica è infinito. Qualora dovesse essere in grado di replicare la performance di luglio 2019 contro One Time, beh potrebbe esserci qualche problema per Mikey, soprattutto nei primi round dove Manny ha dimostrato di essere ancora velenosissimo.

Certo che guardando i leggeri oggi, con tutto questo ben di dio, è proprio un peccato non vedere Mikey nelle 135 lb. Salendo oltre che non averci dato il match contro Loma, ci ha precluso l'occasione di vederlo contro i giovani leoni della categoria...francamente è un peccato. Garcia da leggero era mostruoso

Rispondi
Snaporaz
Post: 134
(@snaporaz)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Ieri ho recuperato Broner-Santiago, match spostato al limite del welter durante l'ultima settimana perché Borner non riusciva a fare il peso inferiore. 

A mio giudizio l'americano ha vinto 114-113, in pratica un pareggio sventato per via di un fiscale punto di penalità inflitto a Santiago per uno scambio oltre il gong (il cui ultimo colpo è stato il suo). Arbitro che in tutta la prima parte è stato anche abbastanza zelante nei riguradi del portoricano. Riguardo al punteggio, dato il buon numero di riprese equilibrate non ho alcun problema con una vittoria di stretta misura per l'uno o per l'altro. Ma i due cartellini di 7 e 5 punti per Broner mi sembrano eccessivi. 

Match comunque senza acuti. Santiago non ha la tecnica e il punch del campione, è semplicemente un fighter dal buon cuore che voleva fare il match e lavorare l'avversario a due mani da vicino, cosa che all'inzio gli è stata piuttosto impedita. Broner ha vivacchaito sulle macerie della sua classe, cercando rapidi colpi d'incontro sull'avanzata frontale e prevedibile di Santiago mentre si muoveva in laterale lungo le corde. Ogni volta che ha poi provato a lavorare un poco di più, la sua esplosività calava immediatamente, tipico sintomo di un pugile chiaramente in condizione approssimativa, e ormai notevolmente invecchiato nonostante i soli 31 anni. I colpi più precisi al volto sono stati comunque i suoi, e la sua boxe aveva pur sempre una qualità nettamente superiore a quella del rivale, tagliato nella seconda parte fuori dal sopracciglio sinitro. Santiago ci ha messo soprattutto la grinta e il lavoro al bersaglio grosso quando fermava Broner alle corde, e per alcuni osservatori ciò sarebbe persino bastato. Con un rivale da top-15, questo Broner avrebbe certamente perso. Vediamo se avrà ancora qualcosa da dire. 

Patetica la grafica verso la fine che illustrava gli unici pugili ad aver vinto titoli nelle 4 categorie dai superpiuma ai welter: De la Hoya, Mayweather, Pacquiao, e... Broner.  

 

Rispondi
fe5c658dc99b210861a1622e063fa162?s=80&d=mm&r=g
Post: 14
(@gianca60-vintage-boxing)
Minimosca•49Kg
Registrato: 9 mesi fa

Ho visto solo adesso la sintesi del match Avanesyan-Kelly ed è uscita fuori l'ennesima soprpresa da parte del russo giramondo. Io ho una grande ammirazione per certi pugili con la valigia che mi riportano ad una era lontana. Spero che ad Avanesyan venga data una qualche chance mondiale, se la meriterebbe. 

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Il mio resoconto di Ortiz vs Hooker: 

https://boxe-mania.com/news/vergil-ortiz-maurice-hooker-ko-settimo-round-ora-mondiale/

Rispondi
Magic Man
Post: 670
Moderator
Topic starter
(@magic-man)
BoxeManiac
Registrato: 10 mesi fa

Molto curioso di vedere il match tra Jron Ennis e Sergey Lipinets di questo fine settimana. L'americano sembra davvero un predestinato, alla sua giovane età fa vedere movimenti da vero prodigio, ma il russo è un duro e venderà cara la pelle. Se Ennis dovesse vincere in modo convincente si candiderà a diventare presto uno dei nomi più importanti della categoria.

Rispondi
Pagina 2 / 4
Condividi: