Forum

Doping, droghe e ge...
 
Notifiche
Cancella tutti

Doping, droghe e gesso nei guantoni

Pagina 1 / 2

Hey Má
Post: 99
Topic starter
(@massimo)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

La "carne messicana" di Canelo Alvarez, l'allevatore piccato di Tyson Fury; ma anche pugili dai fisici ipertrofici, dagli anni ottanta in poi. E pugili beccati con le mani nella marmellata, come il recidivo Miller (il dopato più obeso del mondo)... O nel gesso, come Luis Resto e Margarito. E pugili con le mani sporche di polvere bianca... ma non era gesso

In tante occasioni la nobile arte si è dimostrata ben poco nobile. Questa è la sezione del  forum dove discuteremo di sospetti, casi conclamati, mafia e di tutto ciò che non vorremmo fosse mai accostato al nostro amato sport.

 

29 Risposte
Hey Má
Post: 99
Topic starter
(@massimo)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

Inaugura questo tread il simpatico Krusher Kovalev, pugile piuttosto talentuoso sul ring quanto deprecabile fuori dalle 16 corde: nel suo palmares figurano doping, vodka, condanna per stupro. Una carriera buttata alle ortiche per una testa piena di vuoto siderale alternato a  cacca e un atteggiamento che ricalca i peggiori stereotipi di pugili.

 

Rispondi
Erik
Post: 150
 Erik
(@erik)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa

Una testa disabitata, un comportamento extra ring vergognoso, con certi personaggi ci vorrebbe per il bene dello sport, tolleranza zero

Rispondi
Hey Má
Post: 99
Topic starter
(@massimo)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

Concordo e spero che sia la volta buona che lo si pensioni. Peraltro, non ha più niente da fare alla boxe, e per pagare i suoi guai giudiziari può tranquillamente lavorare in miniera

Rispondi
Bepiros
Post: 267
(@bepiros)
Superleggeri•64Kg
Registrato: 10 mesi fa

Non so se è questo la discussione giusta per ricordare un brutto episodio che si svolse a Montecarlo una trentina di anni fa per la difesa del titolo mondiale IBF dei pesi medi, detentore James Toney sfidante Francesco Dell'Aquila, la mattina del match Toney risultò oltre 1, 7 kg al di sopra del peso, a questa pesata ne seguirono altre ma il peso risultava sempre in eccesso, si forzarono i tempi per permettere al campione di rientrare nei limiti ma nulla, il peso rimaneva sempre in eccesso di 250 gr, a termini di regolamento, il supervisor non poteva più permettere proroghe ed allora cosa decidere? Dichiarare Toney decaduto per rispettare la legge? No, perché a pagare sarebbe stato Dell'Aquila essendo sfidante volontario e quindi non classificato per l'assegnazione di sfidante al titolo vacante, ma Dell'Aquila si poteva anche sacrificare, quello che proprio non si poteva ovviare era il coinvolgimento delle varie televisioni, ed allora si chiuse un occhio con un accordo tra buoni amici, infatti Rocco Agostino su consiglio del supervisor dette la sua disponibilità allo svolgimento dell'incontro o meglio della mattanza 

Rispondi
1 Rispondi
Hey Má
(@massimo)
Registrato: 10 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 99

@bepiros è il posto giusto

Rispondi
Hey Má
Post: 99
Topic starter
(@massimo)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

Se ne parla da un po' di tempo, sui forum, nelle palestre, nelle sedi delle federazioni come nelle birrerie del terzo tempo: i moderni guantoni si possono deformare, tanto da renderli meno protettivi e aggirare il regolamento? 

Nel video che condivido c'è una discreta disamina, anche se cita soltanto le polemiche di Mayweather vs Maidana.

A onor del vero, c'è un'ampia corrente di pensiero che ritiene questa pratica inefficace o persino dannosa (in fondo i guantoni preservano anche l'integrità delle mani). Parliamone.

Rispondi
Fabio87
Post: 86
(@fabio87)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa
  • Purtroppo nella boxe ci sono stati svariati casi di doping e a mio parere quello che sappiamo è soltanto la punta dell iceberg, io ho anche pensato in questi giorni che il match Mayweather vs Pacquiao fu così moscio per via del mancato utilizzo dinsostanze dopantida parte dei due contendenti ( o alla meglio per un utilizzo piu moderato) per via dei rigidi controllo antidoping... purtroppo quando una persona investe tutto nello sport e ha buone ragione di pensare che i suoi rivali ricorrano a degli aiutini è comprensibile che anche  quest ultimo sia tentato di fare altrettanto.
Rispondi
3 Risposte
Hey Má
(@massimo)
Registrato: 10 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 99

@fabio87 ad essere maliziosi era Pac ad essere stranamente moscio... Ecco, a pensar male si fa peccato, e io guardando i polpacci del filippino, faccio peccato... 

In ogni caso, il Mood di questa discussione è di non scordare mai le origini del nostro amato sport: la violenza. Come l'arte della terracotta sublima l'impastare melma.

Rispondi
Fabio87
(@fabio87)
Registrato: 10 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 86

@massimo si Pacquiao appariva dei due quello più sotto tono, Mayweather ebbe problemi di reidratazione se non erro e fu beccato a farsi 750ml di flebo per "reidratare" ma alla fine fu scagionato, come fu quasi scagioanto completamente Alvarez ecc mentre pugili con meno possibilità si prendono squalifiche di un paio di anni, vedi Kid Galahad... onestamente penso che sia May che Pacquiao siano dopati

Rispondi
Hey Má
(@massimo)
Registrato: 10 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 99

@fabio87 onestamente della storia della flebo non sapevo nulla. Da ignorante della questione di primo acchito direi che se fosse una flebo di acqua non costituisce doping, ma non ne so davvero nulla

Rispondi
Triple G
Post: 80
(@triple-g)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

Da quello che mi ricordo il discorso della flebo, dopo un'iniziale scalpore è andato scemando perchè la flebo in questione era una soluzione di sali minerali o simile per favorire la riabilitazione. Nulla di vietato. Certo, sto andando a memoria

Se dovessi scommettere 2 lire su chi tra Manny e Floyd abbia fatto uno di sostanze, beh i 2 spicci li punterei su Manny. Pugile che effettivamente per un certo periodo ha fatto vedere prestazioni sovrumane (citando il grande Snaporaz). C'è da dire che sia prima che dopo queste prestazioni sospette è sempre stato un pugile più totalmente fuori dalla norma per qualità fisiche.

Le guerre tra i piuma e super piuma e le prestazioni disumane viste anche dopo lo testimoniano. Contro Marquez 4 era indiavolato; dopo 1 atterramento pesantissimo, si è ripreso ed ha condotto gli ultimi round prima del ko ad un ritmo assurdo, tanto da portare il messicano ad una condizione di stremo, cosa mai successa prima. Poi vabe, Marquez è uscito con il capolavoro su un Pacquaio davvero fuori di testa.

Da come scrivete ci si dimentica che dopo quel ko Pacquiao ha tremendamente cambiato l'approccio ai match, che già appariva più cauto del periodo superhuman. Ma nonostante questo Rios l'ha definito un octopus, Bradley si è fatto infilare 10 colpi mentre era alle corde (vero che forse si era fatto male al polpaccio o caviglia).

L'esito moscio del match del secolo invece lo ricollego semplicemente all'accoppiata di stili, la grande prudenza e mobilità di Floyd ed il maggior senno di Manny unito ad un leggero calo rispetto agli anni d'oro.

Insomma uno sapeva di rischiare se stava fermo e l'altro di venir incrociato se esagerava...per farla semplice. Dopati o no è stata per Floyd una scelta tattica e per Manny una conseguenza data dalla sua incapacità di chiudere Floyd senza correre troppi rischi

Rispondi
1 Rispondi
Fabio87
(@fabio87)
Registrato: 10 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 86
Postato da: @triple-g

Da quello che mi ricordo il discorso della flebo, dopo un'iniziale scalpore è andato scemando perchè la flebo in questione era una soluzione di sali minerali o simile per favorire la riabilitazione. Nulla di vietato. Certo, sto andando a memoria

Era vietata eccome poichè è un modo per nascondere sostanze dopanti, gli hanno permesso di usarla con una decisione retroattiva quelli dell agenzia antidoping ma senza il consenso della commissione atletica di New York

Rispondi
Snaporaz
Post: 134
(@snaporaz)
Leggeri•60Kg
Registrato: 10 mesi fa
Postato da: @fabio87

Era vietata eccome poichè è un modo per nascondere sostanze dopanti, gli hanno permesso di usarla con una decisione retroattiva quelli dell agenzia antidoping ma senza il consenso della commissione atletica di New York

Esattamente. Riassunto breve ma preciso, tra l'altro. Unica imprecisione, oltre al fatto che personalmente fino a prova contraria userei comunque il condizionale, è che la commissione era del Nevada, non NY. 

Comunque, le questioni di doping sono tutte molto intricate e fanno sempre riferimento a realtà ed entità diverse, purtroppo. E' semplicistico mettere sullo stesso piano i 18 mesi di Galahad con i 6 mesi di Canelo o con vicende poco chiare e poco acclarate. C'è un discorso di situazioni diverse, di sostanze diverse, di importanza diversa dei pugili, di difese diverse dei legali ma soprattutto di organi decisionali diversi. 

In questo ad esempio la vicenda Wilder-Povetkin (WBC) è così diversa dalla vicenda Jones-Lebedev (WBA) nonostante le somiglianze, e via dicendo. 

Magari avessimo un'unica entità a legiferare e prendere decisioni in questo senso, ma siamo molto lontani. Tutti si rifanno alle direttive WADA, ma poi le variabili che portano alle squalifiche sono moltissme. 

Rispondi
Fabio87
Post: 86
(@fabio87)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

Nevada chiedo venia, non sono un intenditore dei casi di doping ma di sicuro un buon studio legale fa la differenza.. 

I 18 mesi di Galahad e i 6 mesi di Alvarez per quale motivo sarebbe semplicistico metterli sullo stesso piano?

 

Rispondi
Fabio87
Post: 86
(@fabio87)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

La  teoria del Guanto Moscio di Fury, che mi dite a riguardo?

Rispondi
1 Rispondi
Hey Má
(@massimo)
Registrato: 10 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 99

@fabio87 in realtà Fury è stato accusato di nascondere oggetti contundenti nei guantoni, ma ritengo sia come parlare delle scie chimiche.

Che Fury e il suo clan non disdegnino il gioco al limite del regolamento ci può stare, ma non ci sono oggettivamente elementi però per avvallare ipotesi del genere

Rispondi
Hey Má
Post: 99
Topic starter
(@massimo)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

In   questo video si spiega come barare con le fasciature. 

Una variazione sul tema rispetto ai guantoni contraffatti

 

 

 

 

Rispondi
Fabio87
Post: 86
(@fabio87)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

Ho visto dei video in cui Fury aveva il guanto sfilato e impattava con la parte poco imbottita del guanto.. comunque non spatei quanto è efficace dal momento.che si impatta con l esterno delle dita

Rispondi
1 Rispondi
Hey Má
(@massimo)
Registrato: 10 mesi fa

Gallo•56Kg
Post: 99

@fabio87 sinceramente io visto Fury che impattava con dei pugni vibrati davvero male (nel senso di brutti esteticamente) ma contro un pugile fermo come uno stoccafisso e completamente annichilito dalla foga agonistica del gipsy. Francamente non credo che quel Fury contro quel Wilder avesse bisogno di altri aiutini

Rispondi
Triple G
Post: 80
(@triple-g)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa

@Fabio87, in merito alla questione legata alla soluzione di sali assunta da Floyd non ne sapevo nulla di più di quanto scritto, molto interessante.

Rimango convinto però, che il match più morbido è derivato dall'incrocio di stili e dall'atteggiamento di entrambi. Se davanti a quel Pacquiao ci fosse stato un pugile più arrembante il match sarebbe stato diverso. 

Con questo non sto screditando Floyd, in quanto Pacquiao non ha mai espresso un bel pugilato con avversari mobili, quindi l'americano era il peggior avversario stilisticamente parlando

Rispondi
Hey Má
Post: 99
Topic starter
(@massimo)
Gallo•56Kg
Registrato: 10 mesi fa
Postato da: @triple-g

quindi l'americano era il peggior avversario stilisticamente parlando

Io credo che la giusta chiave di lettura di quel match sia proprio questa

Rispondi
Pagina 1 / 2
Condividi: